Le Splendide Spiagge della Toscana

Spread the love

Cala Violina

è una suggestiva caletta appartenente alla riserva naturale delle Bandite di Scarlino. La caletta non è molto ampia ma il particolare che la rende così conosciuta ed unica consiste nel suono che emette la sabbia quando la si calpesta, in assenza di altre forti fonti sonore, che ricorda un violino. 

La spiaggia di Cala Violina è situata tra Follonica e Punta Ala (entrambe distanti circa 10 km), all’interno della Riserva Naturale delle Bandite di Scarlino. Come arrivare a Cala Violina? Si può raggiungere tramite due percorsi: dal lato del Puntone in bicicletta (piuttosto faticoso) percorrendo uno stupendo sentiero dopo essere entrati dalla sbarra di Portiglioni (subito dopo il porto di Scarlino); oppure in modo più agevole dal lato di Pian d’alma, dove percorrendo in auto o moto la strada provinciale 158, vi sarà sufficiente seguire la segnaletica. Dalla SP 158 vi immetterete su un sentiero sterrato che percorrerete per circa 1 km dopodiché troverete il parcheggio.

il nome Cala Violina deriva proprio da questa sua particolare sabbia: camminandoci sopra la sabbia è in grado di emettere un particolare suono, che sembra ricordare proprio quello del violino! Ma le sue acque non sono da meno, lasciati scivolare dolcemente in acque turchesi e limpidissime con alle spalle un panorama caratterizzato dalla folta macchia mediterranea che solo la Maremma sa regalare.

 

La Feniglia

è una bellissima spiaggia dalla sabbia bianca e dal mare cristallino a pochi chilometri da Porto Ercole, parallelamente ad essa c’è una pineta che è parte di una riserva protetta (io ho visto le impronte dei daini e i segni dei passaggi dei cinghiali). Ci si arriva con la macchina però o si parcheggia al parcheggio comunale da 3,60 per mezza giornata o 6 euro per la giornata intera che si trova all’inizio dell’ingresso 5 pieno di stabilimenti. Se volete la spiaggia libera c’è da camminare un bel pò o sul bagnasciuga o all’interno della pineta.

La spiaggia è lunghissima, ed in prossimità dei centri abitati è presente una ricca serie di stabilimenti balneari, ideali per chi è alla ricerca di tutte le comodità della vita da spiaggia. Ma la parte sicuramente più affascinante si trova più lontana, raggiungibile a piedi o in bicicletta percorrendo freschi sentieri immersi nella pineta o nel suggestivo labirinto delle dune costiere.

Un mare caldo e pulito, acque trasparenti ed un paradiso di profumi e di colori renderanno la permanenza sulla spiaggia della Feniglia un’esperienza indimenticabile. Per chi volesse soggiornarvi ottime sistemazioni alberghiere si trovano nei pressi, sia ad Orbetello, lungo la costa, sia ad Ansedonia e nel Promontorio dell’Argentario, mentre lungo la striscia di terra che collega la costa toscana all’Argentario, denominata Tombolo di Feniglia, sono presenti numerosi campeggi, ideali per chi vuole stare a stretto contatto con la natura.

La Costa degli Etruschi

si trova nella provincia di Livorno ed è così chiamata per le tante Necropoli Etrusche disseminate nella zona. La costa degli Etruschi è in prevalenza sabbiosa con le spiagge dorate di Baratti e San Vincenzo e quelle più scure di Piombino.

è una delle zone costiere più importanti d’Italia e, probabilmente, anche una delle più caratteristiche dell’intero Mar Mediterraneo per quanto concerne gli aromi, i profumi, le luci, le prelibatezze paesaggistiche, e non solo.
Un angolo di Mare nostrum dalla bellezza impareggiabile, con un ambiente straordinariamente ricco, e in grado di vantare oasi botaniche, rifugi faunistici, boschi, pinete, coste roccese e cale di grandissimo impatto.

Nella Costa Etrusca, a lunghi paesaggi rocciosi si alterneranno delle spiagge sabbiose, libere o dotate di stabilimenti balneari. Altrettanto ricca e ampia è la gamma di strutture ricettive proposte o, ulteriormente, le trattorie e i ristoranti che potranno fornire al proprio viaggiatore tutto il meglio della cucina locale.

In alcuni punti ci sono le vicine pinete che possono essere sfruttate per pranzi a sacco, passeggiate a piedi e in bicicletta o solo per sentire il profumo dei pini e stare al fresco della macchia mediterranea. Storia, natura, eventi, mare e spiagge bellissime trasformano una vacanza apparentemente consueta in un periodo speciale.

Spiaggia di Fetovaia

La spiaggia di Fetovaia è fra le spiagge più suggestive e fotografate dell’isola d’Elba per il suo scorcio naturale e caratterizzata dagli splendidi fondali turchesi.

Méta ideale per soggiorni balneari, è fra le più suggestive e immortalate spiagge dell’isola per il fondale, la posizione riparata, la trasparenza dell’acqua e i contrasti di colore tra il mare zaffiro e turchese e la sabbia granitica bianca e fine. Proprio per questo è una delle spiagge più affollate in alta stagione.

Sabbia di granito, a grana grossa, che scivola via come i frenetici giorni d’estate.

Per i più romantici si dice che Fetovaia debba il proprio nome al fatto che l’insenatura fosse in passato la destinazione preferita dei delfini in procinto di partorire: il basso fondale e la temperatura dell’acqua particolarmente mite rappresentavano il luogo ideale per i piccoli appena nati. Proprio queste caratteristiche hanno reso Fetovaia una destinazione ideale per le famiglie con bambini.

Le Cannelle

Questa è senza dubbio la spiaggia ideale per chi ama passeggiare in riva al mare e godersi il romantico spettacolo del sole che lentamente s’immerge nell’acqua

Splendida spiaggia bianca, dalla rena finissima e dolcemente degradante in un mare cristallino. Facilmente raggiungibile da Giglio Porto tramite una panoramica strada asfaltata che costeggia l’Isola e regala scorci mozzafiato, come la Cala dello Smeraldo.
La spiaggia, di una sabbia granitica dorata, è sia libera che attrezzata dai bagnini.

 

Spiaggia di Collelungo

Tra le migliori spiagge della Toscana, aggiungiamo anche questa località si trova nella fantastica Maremma e si è classificata tra le spiagge più belle d’Italia nel concorso di Legambiente “La più bella sei tu”. È caratterizzata da spiagge bianche di sabbia finissima e dune ricche di vegetazione.

Si può arrivare alla spiaggia di Collelungo in due modi: partendo dal Centro Visite e prendendo il percorso “A2 Le Torri” di circa 5,8 km; oppure raggiungendo la spiaggia di Marina di Alberese e poi camminando verso sud per qualche chilometro.

La spiaggia di Collelungo si sviluppa all’interno del Parco Nazionale della Maremma, a pochi chilometri di distanza da Marina di Alberese. Si tratta di una zona costiera ampia e incontaminata, caratterizzata da dune sabbiose abbellite dalla presenza della macchia mediterranea, che crea un piacevole colpo d’occhio.

La spiaggia è meravigliosa, ampia e selvaggia. Circondata da dune di sabbia con la caratteristica vegetazione maremmana, è semideserta anche in piena estate. Il mare è trasparente.

 


Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *